Dal 4 agosto al 27 settembre la Biennale dedicata all’arte, al design e all’architettura in carta e cartone

CARTASIA CAMBIA NOME E DIVENTA “LUCCA BIENNALE”, SEMPRE NEL SOLCO DI TRADIZIONE, INNOVAZIONE, SOSTENIBILITÀ E CULTURA

Tradizione, cultura, innovazione e sostenibilità. Questo e molto altro è Cartasia-Lucca Biennale 2018, manifestazione tutta dedicata alla carta e al cartone giunta alla nona edizione, in programma a Lucca dal 4 agosto al 27 settembre.

Il legame con la tradizione dell’industria cartaria presente a Lucca sin dal Medioevo è forte e, a partire da questa edizione, viene rappresentato anche nel nome, che da Cartasia diventa “Lucca Biennale – Paper | Art | Design”. Del resto, la prima manifestazione al mondo dedicata alla carta non poteva non nascere e svilupparsi a Lucca, dove l’industria cartaria si è sviluppata, dalle valli scendendo poi fino alla Piana e arrivando a essere uno tra i distretti del settore più grandi al mondo. Tradizione e innovazione, quindi, intesa quest’ultima non tanto come processi di produzione della carta, ma per come carta e cartone possano essere utilizzati in vari settori, dall’architettura al design, passando, ovviamente, per l’arte. Non a caso si tratta di una “Biennale”, a sottolineare la valenza artistica della kermesse che negli anni si è ritagliata una posizione autorevole a livello internazionale e vuole confermarsi uno spazio di confronto sui grandi temi dell’attualità, sulle nuove tendenze artistiche e culturali, capace di rivolgersi e coinvolgere addetti del settore, appassionati, artisti, designers, studenti o semplici curiosi. Tutto in un’ottica di sostenibilità, perché carta e cartone possono davvero andare a sostituire materiale scarsamente ecocompatibili, come la plastica.

Manuela Granziol, Lucca Biennale 2018 | Cartasia 9° edizione- ph. courtesy of AB Studio Lucca

Ovviamente, anche in questa nona edizione, non manca l’elemento “cultura”, che si rispecchia soprattutto nelle mostre: quella indoor, ospitata a Palazzo Ducale e allo storico Mercato del Carmine, che sarà anche luogo di confronti e dibattiti su presente e futuro di carta e cartone nell’architettura, e quella outdoor, marchio di fabbrica della Biennale, con le statue monumentali a trasformare il centro storico di Lucca in una galleria a cielo aperto. Sono circa 400 gli artisti che hanno partecipato ai tre concorsi per artisti, designer e architetti indetti dalla Biennale per selezionare le opere dell’edizione 2018. Le domande sono arrivate da tutto il mondo, sottolineando l’internazionalità della manifestazione: Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Messico, Argentina, Giappone, Korea, Egitto, Cile, Ungheria, Portogallo, Russia, Indonesia, Slovacchia, Polonia, Olanda, Belgio, India, Africa, Grecia, Israele, Iran e Italia.

In questa sua nuova veste, per ogni edizione la Biennale avrà un paese ospite. Il primo sarà la Cina, terra in cui la carta è stata inventata nel I secolo d.C. Per il 2018 verrà organizzato intanto un primo focus con talk, eventi e una particolare vetrina per gli artisti cinesi, grazie alla realizzazione di un’architettura in cartone al Mercato del Carmine. In collaborazione con le università di Tongji (Shanghai) e Tsinghua (Pechino) verrà creato un vero e proprio padiglione in carta che ospiterà un’esposizione dedicata esclusivamente alla Cina.

Sempre a partire da quest’anno, Lucca Biennale conferirà dei premi agli artisti ospiti della kermesse, riconosciuti tra i più interessanti del panorama internazionale. La menzione d’onore andrà allo scultore britannico James Lake che utilizza il cartone per le sue opere.

James Lake @ Lucca Biennale 2018, Cartasia 9° edizione- ph. courtesy of AB Studio Lucca

Nel programma di Lucca Biennale non mancheranno come da tradizione i momenti dedicati ai più piccoli, con laboratori che includeranno sempre l’utilizzo di carta e cartone tra gli strumenti offerti ai bambini per le varie attività che variano dal collage all’origami, passando per tecniche di ritratto e stampa.

Programma completo su www.luccabiennale.it

Biglietto unico Intero €10,00

Biglietto unico Ridotto €8,00*

Con il biglietto si accede a entrambe le sedi della mostra: Palazzo Ducale e Mercato del Carmine.

*Riduzioni per over 65, giovani fino ai 30 anni, residenti a Lucca, gruppi di minimo 10 persone, soci Coop, soci Touring Club, visitatori Torre Guinigi e Torre delle Ore (lo sconto è reciproco).

Ingresso gratuito per bambini fino ai 10 anni, giornalisti muniti di tesserino e guide turistiche, disabili e accompagnatori.

 

Press comunication by AB Studio (Lucca)

Cover image: “Come Diamanti” by Stefano Givacchini ed. 2009 – Ph. credit AB Studio (Lucca)