Cenere

Spoon River in Sicily

Una installazione intorno al sistema dell’Arte

Una esaltazione dei Vizi, Virtù, Godimenti

dei signori dell’Arte in Sicilia

È possibile descrivere la vita umana evocando le vicende di un villaggio? Ci aveva provato Edgar Lee Masters nella sua Spoon River Antology, una raccolta di oltre duecento epigrafi con altrettante storie riassuntive delle esistenze dei defunti, appartenenti a ogni categoria sociale, in cui si riconobbe, tra gli altri, Fabrizio De André.

Luna Pork cm.69×69-acrilico su tavola 2018 Ph. courtesy Paola Feltrinelli press office.

A circa cent’anni di distanza da quel testo memorabile, Momò Calascibetta e Dario Orphée hanno realizzato un’opera i cui protagonisti appartengono a una Spoon River davvero speciale: sono i protagonisti del sistema dell’arte siciliano, e cioè di quell’insieme di figure – critici, collezionisti, galleristi, curatori – che si accompagnano agli artisti come un villaggio fantasma e, al contempo, come un cimitero colorato. Dario, scrittore, ha infatti evocato in termini grotteschi una mostra nata morta.

Installazione presentata alla Farm Cultural Park. Ph. courtesy Paola Feltrinelli press office.

Momò invece i morti li ha risuscitati, esaltandoli in loculi 69×69 cm (i numeri conteranno pur qualcosa…) dove i grandi dell’arte sono condannati a ripetere in eterno i medesimi esercizi. In entrambe i casi, l’impianto satirico è un semplice pretesto per indagare il mistero della vita e della morte, della bellezza e dell’orrore.

La rassegna, Cenere, a cura di Andrea Guastella, verrà presentata a Gela presso la ex Chiesa di San Giovanni Battista, via Damaggio Fischetti il 13 agosto alle ore 18.30 con lo svelamento dei ritratti di Momò Calascibetta, con una lettura di alcuni brani del racconto di Dario Orphée e con una presentazione del curatore Andrea Guastella e rimarrà visitabile sino al 17 settembre

Nella serata inaugurale si svolgerà inoltre Cenere blu, concerto live lupping & sound effect, con musiche originali di Filippo Calascibetta e Roberto Barbieri. Cenere è una mostra itinerante e abbraccerà tra il 2018 e il 2019 i principali siti artistici della Sicilia.

Momò Calascibetta e Dario Orphée alle catacombe di Burgio per backstage video “Cenere-spoon river in Sicily” Ph. courtesy Paola Feltrinelli press office

Il cimitero dei cadaveri eccellenti è una mostra itinerante; le altre sedi previste, a parte Favara, dove la mostra è stata inaugurata lo scorso 18 giugno, ed Erice, dove è già terminata, sono Siracusa, Cefalù, Palermo, Termini Imerese, Enna, Catania, Ragusa, Messina e Lipsia, in Germania.

INFO

Spazio espositivo: ex Chiesa di San Giovanni Battista

via Damaggio Fischetti Gela ( CL )

Titolo mostra: Cenere

Artista: Opere di Momò Calascibetta e un racconto di Dario Orphée

Vernissage: sabato 13 agosto 2018 ore 18:30

Data di chiusura: 17 settembre 2018

Orari: dalle 10.00/13.00 – 16.00/20.00

Catalogo: edizione aurea phoenix

Progetto grafico: Roberto Collodoro

– P.R. per Gela: Danilo Mendola

Foto: Gerlando Sciortino e Franco Noto

concerto live lupping & sound effect

Musiche originali di Filippo Calascibetta e Roberto Barbieri

Ingresso libero

Curatore: Andrea Guastella

Press comunication & images courtesy of Paola Feltrinelli press office.