Fiere & Eventi

Gallegiamento, di Hidetoshi Nagasawa: Galleria Adalberto Catanzaro a Bagheria

Per tutta l’estate sarà visitabile a Bagheria Galleggiamento, mostra personale di Hidetoshi Nagasawa, a cura di Bruno Corà, presso la Galleria Adalberto Catanzaro.

Nagasawa nasce nel 1940 in Manciuria e da giovane si trasferisce con la famiglia vicino Tokio, città dove studierà Architettura e Interior Design.

Hidetoshi Nagasawa – courtesy of the gallery

La sua crescita artista rispecchia anno dopo anno l’evolversi della sua produzione artistica. Negli anni ʼ60 si lega al Concettualismo, realizzando giochi verbali incisi su lastre di metallo. Dagli anni ʼ70 si dedica alla scultura utilizzando maggiormente oro, marmo e bronzo, fondendo tematiche della tradizione orientale con quella della cultura occidentale. Seguono gli anni ʼ80, in cui inizia a creare ambienti, oltrepassando il limite della scultura verso l’architettura.

Questa semplice panoramica è utile per comprendere l’artista e il lavoro che ha deciso di presentare in Sicilia. Nello specifico a Bagheria Nagasawa presenta alcuni lavori in rame e tre grandi sculture marmoree inedite realizzate in Libeccio antico, Perlato di Sicilia e Nerello di Custonaci (tre tipologie di marmo isolano).

Le sculture di Nagasawa sono realizzate con uno dei materiali più pesanti, e veicolano una profonda leggerezza. Giocando sapientemente con pieni e vuoti, armonia e proporzione, luce e ombra, ci dona tre capolavori simbolo della fusione dei due mondi da lui ormai rappresentato: Oriente e Occidente diventano, dunque, un’unica realtà vera e tangibile.

L’obiettivo di Nagasawa sembra essere raggiunto. Una vita dedita alla sperimentazione lo ha, infatti, portato verso la creazione di uno “spazio altro” distante in egual modo dai mondi che da sempre lo attraggono. Uno spazio personale dove il peso è annullato dalla forma e tutto vive in lieve armonia.

www.adalbertocatanzaro.weebly.com 

Article by Virginia Glorioso