Artisti

Giancarlo Limoni: Il giardino del tempo / opere 1980 – 2017

Dal 21 giugno sino al 17 settembre di quest’anno si avrà l’occasione di visitare al Macro di Roma la prima mostra antologica di Giancarlo Limoni, dal titolo Il giardino del tempo / Opere 1980-2017, a cura di Lorenzo Canova. L’esposizione romana propone venticinque opere di grande formato  realizzate tra il 1980 e il 2017 da uno dei maestri della Nuova Scuola Romana degli anni Ottanta.

Giardino d’inverno, 2017, olio su tela, cm 200x 300, collezione dell’artista. Courtesy of MACRO press office.

Protagonista dei lavori di Limoni è la natura nel suo rapporto sempre vivo con la cultura. Un’analisi accurata di un tema molto amato dalla storia dell’arte, approfondita con un lavoro pittorico rigoroso e poetico. Un connubio, questo, dalla forte carica lirica che sconfina in una raffinata e al contempo complessa ricerca artistica.

La pittura di Limoni risente di maestri del passato: da Turner a Monet, da Soutine a Fautrier. Autori questi che nelle loro opere hanno posto cura e particolare attenzione alla materia come al soggetto ritratto. Il legame che ha messo in connessione artisti così diversi tra loro è stato però reinterpretato da Limoni con la massima autonomia e indipendenza.

Dentro il paesaggio Giardino ad Agra, 2000, olio su tela cm 197 x 280 Courtesy of MACRO press office.

L’artista romano, inoltre, ha fuso nelle sue opere la cultura artistica occidentale a quella orientale. Da questo incontro ne è nato  un risultato unico e irripetibile, dove la matericità pittorica si alleggerisce e le misture cromatiche creano intrecci sempre più complessi e ariosi al medesimo tempo: un’unione tra Occidente e Oriente, anch’essa cara a una notevole parte della tradizionale storia dell’arte.

Fiori su Fondo Rosa, 1986 olio su tela, cm 140 x 140, collezione privata, courtesy Fabio Sargentini.

La sua pittura negli anni diviene dunque sempre più sapiente e tattile. In modo quasi magico e mistico, attraverso la stesura dei colori, Limoni riesce a trasmetterci l’essenza sfuggente del tempo e del suo scorrere inesorabile, dando origine a un vero e proprio flusso vitale che mai sopisce.

Siepe cinese 2004 olio su tela, 186 x 216 cm, collezione De Filippo, Bari. Courtesy of MACRO press office.

L’esposizione, per concludere, è un viaggio nel tempo dagli anni ʼ80 ad oggi in cui si può ammirare la maestria di Giancarlo Limoni. Un viaggio in cui ogni minimo dettaglio pittorico rimanda a un tempo sospeso e alleggerito proprio dalla sua straordinaria capacità pittorica.

www.museomacro.org/giancarlolimoni 

Article by Virginia Glorioso