Mattia Preti: il giovane artista nella Roma dopo Caravaggio, Galleria Nazionale d’Arte Antica a Palazzo Corsini 28 ottobre-18 gennaio 2016.

mattia preti

Nella sfera del programma degli eventi celebrativi che il comitato ha promosso per il IV centenario della nascita di Mattia Preti, la Galleria Nazionale d’Arte Antica in Palazzo Corsini ospiterà per la prima volta a Roma una mostra intitolata alla personalità e alle opere del celebre pittore calabrese, uno dei maggiori esponenti dell’arte italiana del Seicento.

Ideata da Vittorio Sgarbi e Giorgio Leone direttore e curatore dell’esposizione, la mostra è organizzata dal Segretario Regionale Mibact per la Calabria, diretto da Salvatore Patamia, dal Segretario Regionale Mibact per il Lazio, diretto da Daniela Porro, con il finanziamento della Regione Calabria, sarà aperta al pubblico dal 28 ottobre 2015 al 18 gennaio 2016.

L’intento è quello di rendere più chiara una prospettiva nelle vicissitudini artistiche del pittore: la sua formazione nella Roma dopo la morte di Caravaggio.

Ventidue opere che arrivano da prestigiose istituzioni italiane e europee permettono di ripercorrere le fasi iniziali della carriera del “Cavaliere Calabrese”nato a Taverna, in provincia di Catanzaro, dal suo arrivo a Roma fino al 1649, anno dell’incarico alla commissione dello stendardo giubilare di San Martino al Cimino che introduce alla piena affermazione pubblica dell’artista. Il pittore si trasferirà poi a Napoli nel 1653 e infine a Malta nel 1661, dove morirà a La Valletta nel 1699.

Parte della mostra è destinata al rapporto con il fratello Gregorio, pittore anch’egli, con cui Mattia Preti collaborò, come nel caso della Madonna della Purità, dipinto che si trova nella Chiesa Monumentale di San Domenico a Taverna.

L’iter espositivo è incentrato sul confronto con opere già presenti nell’allestimento della Galleria Corsini, realizzate dai pittori ai quali Mattia Preti si ispirò, dando vita ad una sintonia ricca e articolata.I dipinti collocati in dialogo diretto con quelli della Galleria, creano un tracciato di bassorilievi valorizzati da una illuminazione appositamente ideata.

Per tutta la durata della mostra saranno organizzate conferenze tenute dai membri del Comitato e da specialisti di Mattia Preti, in modo da affrontare tutte le problematiche inerenti alla giovinezza dell’artista.

copyright article by Luigi de Capoa

ORARI

Dal mercoledì al lunedì 8.30-19.30 (ultimo ingresso ore 19.00) Martedì chiuso

www.galleriacorsini.beniculturali.it

mattiapretilagiovinezza@gmail.com

La mostra è visitabile con il biglietto d’ingresso della Galleria Corsini

Tariffe:

Intero Euro 5.00

Ridotto Euro 2,50

L’ingresso è gratuito la prima domenica di ogni mese.