Da Leonardo da Vinci a Frida Kahlo, da Andy Warhol a Vincent van Gogh. Questi e altri sono gli artisti riprodotti nella personale di Stefano Bolcato, denominata People, visitata da Urban Mirrors, presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno (www.museoarcheologicosalerno.it/people-di-stefano-bolcato).

BOLCATO

Composta da sette dipinti ad olio e da un video, Empty Walls, questa particolare mostra, realizzata dall’associazione Fonderie Culturali in collaborazione con Zoe Impresa Sociale, ha un intento preciso e definito: avvicinare in maniera, anche giocosa, il pubblico all’arte, creando un evidente collegamento tra il passato e il contemporaneo. Il mezzo tramite cui raggiungere tale obiettivo è singolare: la realizzazione di dipinti di famosi soggetti trasfigurati sotto forma di modellini Lego, il popolare gioco di costruzioni conosciuto nelle case di milioni di famiglie nel mondo.
Lo stesso uso della tecnica ad olio su tela va a inserirsi nel progetto, in quanto ritroviamo opere di chiara matrice contemporanea realizzate grazie alla suddetta tecnica di così antica tradizione.
È lo stesso Bolcato a rendere chiaro il proprio intento: un artista deve essere anche un educatore, impegnato a realizzare opere con intenti educativi e pedagogici, incentrati sul tema della memoria storica.

BOLCATO

Osserviamo dunque opere che, toccando precise corde emotive, fanno risorgere sensazioni ed emozioni legate all’infanzia, amplificate da un impeccabile utilizzo del colore, corposo e acceso. Il tono ironico fa sì che questa mostra possa essere adatta al pubblico delle più svariate età, permettendo un avvicinamento all’arte intergenerazionale.

Sarà forse proprio questo connubio di stili artistici a far fiorire l’amore per l’arte anche nei più giovani? Noi speriamo vivamente di sì.

Fino al 22 Gennaio 2017 presso il Museo Archeologico Provinciale di Salerno

museo archeologico provinciale di salerno

Article by Serena Manna