Roma apre le porte all’evento più atteso dell’anno.

Il 6 e 7 maggio 2017 torna Open House Roma (www.openhouseroma.org) per la sua sesta edizione. Evento imperdibile per gli appassionati o i semplici curiosi per visitare i luoghi più “riservati” e affascinanti della Capitale.

In un solo weekend avrete la possibilità di scegliere tra i 200 siti proposti nel programma: edifici storici, monumentali, museali e siti archeologici. Ma Open House non si limita a offrirvi una semplice apertura straordinaria.

Open House Roma 2017

Il programma offre delle vere e proprie visite guidate, tra le tante imperdibili novità: l’apertura straordinaria della sede FAO in Viale Aventino, la visita speciale all’Agenzia Spaziale Italiana e il bellissimo Palazzo della Civiltà Italiana, oggi sede dello storico marchio dell’alta moda FENDI.

Tra i tanti nomi, ci sarà anche il Laboratorio ESTHIA, un’associazione culturale che sostiene e promuove il lavoro di giovani artiste a Roma e all’estero. www.esthia.net

Esthia Roma

Open House in questa sesta edizione, come se ancora non bastasse, vuole allargare i suoi orizzonti e il suo sguardo sulla città offrendo URBANITAS: un momento di scambio, analisi e confronto per una città sostenibile.

Il 4 maggio presso il MAXXI Museo delle Arti del XXI secolo e il 5 maggio alla Sala Convegni AIL in Via Casilina 5, Urbanitas coinvolgerà istituzioni, enti di ricerca, imprese, cittadini, stakeholder nazionali e internazionali, per promuovere un dialogo sul futuro di Roma, città in cui far confluire pratiche e progetti, sperimentare proposte concrete in cinque aree tematiche specifiche: governance e beni comuni, co-design, distretti creativi, mobilità dolce e sostenibilità.

Due appuntamenti imperdibili resi possibili grazie al lavoro dell’Associazione OPEN CITY ROMA, dei suoi partner e degli oltre 500 volontari tra studenti, professori, architetti e semplici appassionati che ogni anno fanno sì che i tesori della Capitale possano di nuovo rivelarsi a tutti.

Il tutto totalmente gratuito.

Article by Loriana Pitarra